Matrimoni nei Castelli in Umbria

Matrimoni nei in

 

” Umbria.. i colori che cercavo, le sensazioni che mi mancavano, i sapori che speravo… sulle tue strade ho trovato la mia strada…”

 

Tut­ti e quat­tro gli ele­men­ti… la leg­ge­rez­za dell’aria, il fuo­co del­la pas­sio­ne per l’arte, la ter­ra ric­ca di eccel­len­ze natu­ra­li… la tra­spa­ren­za del­le acque.

Que­sti ele­men­ti che rap­pre­sen­ta­va­no per i gre­ci il com­pen­dio dell’Universo si tro­va­no in Umbria, in quell’Umbria miste­rio­sa e un po’ nasco­sta, ma pro­prio per que­sto evo­ca­tri­ce di sug­ge­stio­ni ed emo­zio­ni irri­pe­ti­bi­li altro­ve.
 
Il fasci­no del­la natu­ra, del pae­sag­gio e del­le testi­mo­nian­ze sto­ri­che cul­tu­ra­li ed arti­sti­che fan­no del ter­ri­to­rio umbro una sor­ta di museo dif­fu­so. E’ un luo­go per­fet­to con i suoi Palaz­zi Sto­ri­ci e Castel­li di varie epo­che, per cele­bra­re anche il vostro gran­de gior­no di festa di matri­mo­nio.
 
Il ter­ri­to­rio dal­le mor­bi­de col­li­ne ine­splo­ra­te dà la pos­si­bi­li­tà di attin­ge­re con i cin­que sen­si a suo­ni e rumo­ri dimen­ti­ca­ti, di immer­ger­si nel­la bel­lez­za dei colo­ri e i teso­ri di un anti­co pas­sa­to, gusta­re quei cibi di tra­scor­se tra­di­zio­ni. Qui In Umbria potre­te vive­re un gior­no di festa di Matri­mo­nio uni­co indi­men­ti­ca­bi­le sospe­si nel tem­po.
 
Cro­ma­tu­re sor­pren­den­ti… soa­vi suoni…sapori…emozioni…
 
Impo­nen­ti Castel­li emer­go­no con fasci­no e discre­zio­ne dal­le col­li­ne vel­lu­ta­te, ver­di muschi e rigo­glio­si uli­ve­ti cir­con­da­no le mura di una sto­ria tra­scor­sa tra mito e magia.
 
In que­sto bre­ve arti­co­lo soste­nu­to visi­va­men­te dal­la foto Gal­le­ry, si par­te dal “Castel­lo Gio­ve”, che pre­sto sarà reso dispo­ni­bi­le per feste di Matri­mo­ni nei castel­li in Umbria, al “Castel­lo di Bar­to­lo­meo di Alvia­no” per poi anda­re a toc­ca­re il “Castel­lo del Pog­gio di Guar­dea” che dall’alto guar­da sul­la Val­la­ta aper­te del Teve­re.
 
Il Castel­lo di Guar­dea fu costrui­to nei pri­mi dell’XI seco­lo pro­ba­bil­men­te incor­po­ran­do un nucleo più anti­co di epo­ca alto-medioe­va­le.
Per quan­to ci tra­man­da la sto­ria, il Castel­lo di Guar­dea è tra i più anti­chi d’Italia, fu pro­ba­bil­men­te fon­da­to come feu­do impe­ria­le ma ven­ne suc­ces­si­va­men­te assor­bi­to nel XII seco­lo dal vici­no “Sta­tus Alvia­ni” feu­do del­la Chie­sa, dive­nen­do l’avamposto chia­ve per la sua dife­sa ver­so i mon­ti che lo sepa­ra­va­no da Todi.

Da qui il Castel­lo dove­va assol­ve­re la fun­zio­ne di vedet­ta del­la val­le di Coc­cia­no, dei mon­ti e dei bor­ghi cir­co­stan­ti e anco­ra del­le stra­de late­ra­li che attra­ver­sa­no i mon­ti per il Pas­so di Puo­si o del­la Fem­mi­na Mor­ta e per la Val­le di san Bene­det­to. Il pas­sag­gio per que­ste stra­de non avve­ni­va cer­ta­men­te sen­za il paga­men­to di un pedag­gio come testi­mo­nia lo stes­so nome Guar­dea, da “Guar­di­gium” che signi­fi­ca pro­te­zio­ne, dife­sa, deri­va­ta dal ter­mi­ne “guar­da” che vale “tri­bu­to” dovu­to dai sud­di­ti ai Signo­ri del luo­go per la pro­te­zio­ne e la garan­zia che ne rice­ve­va­no.

Per chi desi­de­ra appro­fon­di­re la sto­ria e altre infor­ma­zio­ni sul Castel­lo di Guar­dea visi­ta­te il sito Grup­po Ricer­ca Foto­gra­fi­ca dal qua­le sono trat­ti i due para­gra­fi qui sopra ripor­ta­ti.

Viag­gian­do in dire­zio­ne di Todi, si arri­va subi­to dopo al Castel­lo Anca­ja­ni di Tena­glie a soli 3 chi­lo­me­tri da Guar­dea.
 
Il Castel­lo Anca­ja­ni di Tena­glie è un Anti­co for­ti­li­zio (sex. XIII) appar­te­nen­te alla Nobi­le e per­ve­tu­sta Signo­ria dei Con­ti de’ Baschi, fu tra­sfor­ma­to in Vil­la poi Castel­lo dai Baro­ni Anca­ja­ni di Spo­le­to, che la pro­prie­tà nel sec. XVI, a cau­sa dei misfat­ti attri­bui­ti ad Atti­lio e Fla­mi­nio di Car­na­no de’ Baschi. Ata­lan­ta Baschi sorel­la dei due faci­no­ro­si, pre­se come spo­so l’Ancajani che sal­vò la pro­prie­tà. Gli Anca­ja­ni domi­na­ro­no fino al 1896, poi il castel­lo pre­se diver­se pro­prie­tà (Con­te Mari­ni Det­ti­na, Fam. Mori­chet­ti, Fam. Paci­ni). Dal 1986 è di pro­prie­tà Gia­chi­ni. Il castel­lo domi­na il sug­ge­sti­vo bor­go medioe­va­le di Tena­glie. Il castel­lo è sta­to sapien­te­men­te restau­ra­to dagli attua­li pro­prie­ta­ri, che han­no prov­ve­du­to al man­te­ni­men­to archi­tet­to­ni­co ori­gi­na­le.
 
Da Mon­tec­chio, con­ti­nuan­do sul­la stra­da in dire­zio­ne di Todi salen­do ver­so l’alto lun­go la SP 34 si può ammi­ra­re il pae­sag­gio moz­za­fia­to del lago di Cor­ba­ra e sul­lo sfon­do la cit­tà di Orvie­to. Una vol­ta arri­va­ti nel pun­to più alto del per­cor­so, con­ti­nuan­do sul nostro per­cor­so per Castel­li, svol­tia­mo sul­la SP 37 in dire­zio­ne di Melez­zo­le, Tusco­la­no e poi gra­dual­men­te ridi­scen­dia­mo ver­so il bas­so per arri­va­re a  di Avi­glia­no Umbro.

 

A due passi da Roma, attraverso i più importanti raccordi autostradali si accede facilmente a tanta bellezza.

 
Il top per eccel­len­za per un cele­bra­re il matri­mo­nio da sogno in Umbria lo tro­via­mo qui al Castel­lo di Sisma­no sito per­fet­to per ban­chet­ti di matri­mo­nio in Umbria e La For­tez­za Alta apro­no le por­te a tut­ti colo­ro che sen­si­bi­li al fasci­no del­la sto­ria desi­de­ra­no coro­na­re il sogno d’amore in un’ atmo­sfe­ra da fia­ba, fra sapo­ri anti­chi e dimen­ti­ca­ti colo­ri.
 

Per chi desidera maggiori informazioni sui Castelli e Palazzi  per matrimoni in Umbria, può contattarmi cliccando qui. Il Vostro fotografo di matrimoni in Umbria. Ho una buona conoscenza del territorio e sarei felice di condivide queste informazioni.